SI DICE 2017-09-28T15:21:39+00:00

Riccardo Ricci Curbastro

“Abbiamo pensato ai consumatori e alle aziende, i primi vogliono vini buoni ma anche certezze quando si parla di sostenibilità; le seconde chiedevano uno strumento in grado di trasferire all’esterno con immediatezza e maggiore semplicità il proprio impegno su questo tema fondamentale. Equalitas – lo dice il nome stesso – fa partire tutti dallo stesso livello e con le stesse regole, e offre per questo una cornice trasparente di sostenibilità competitiva, all’interno della quale ogni azienda dipingerà il quadro secondo il proprio stile e la propria sensibilità, ma con il rigore e la certezza di lavorare su solide basi tecniche e scientifiche sull’argomento”.
“Equalitas è oggi il principale soggetto aggregatore in Italia di una pluralità di interessi crescenti nel settore vitivinicolo in tema di sostenibilità, per dare concretezza alle tante iniziative delle imprese ed essere al contempo un riferimento per i consumatori”.

Il Presidente
Riccardo Ricci Curbastro

Maurizio Martina

“Questo appuntamento” dichiara il Ministro Martina “rappresenta bene il percorso fatto dai nostri produttori in direzione della qualità. C’è un grande lavoro di squadra dietro questo progetto, con soggetti cruciali dell’esperienza vitivinicola italiana uniti sotto la chiave della sostenibilità. Equalitas interpreta bene il binomio sostenibilità-competitività, come elemento distintivo. Ci sono mercati, come ad esempio quello degli Stati Uniti, dove la certificazione della sostenibilità può diventare un fattore determinante per la scelta dei consumatori. L’Italia più di altri paesi deve spingere in questa direzione, come abbiamo dimostrato anche in Expo Milano 2015. C’è una sfida da vincere per avere modelli agricoli e agroalimentari a basso impatto ambientale. Noi siamo più avanti degli altri e questo progetto lo dimostra. Siamo sulla strada giusta”.

Ministro dell’agricoltura
Maurizio Martina

Luis F. Samper

“Congratulations for this project. My suggestion as a nex step is to evaluate how your indicators can be also indicators that contribute to UN´s Sustainable Development Goals. This would be exciting, may attract public funds as governments are committed to work on this, and create a point of differentiation and relevance for your stakeholders. Congratulations again!!

Luis F. Samper

Maria Chiara Ferrarese

“Lo standard SOPT di EQUALITAS si basa sulla visione olistica di sostenibilità che soddisfacendo i tre pilastri: ambientale, sociale ed economico, consente di certificare aziende sostenibili, prodotti sostenibili e territori sostenibili”.

Direttore Tecnico
Maria Chiara Ferrarese

Stefano Zanette

“Oltre al rispetto di aria, acqua e suolo, questo sistema contempla che le produzioni siano meritevoli anche di ottenere la certificazione economica e sociale. Quest’ultima è la maggior sfida che ci siamo imposti nell’avviarci verso la certificazione territoriale: dobbiamo fare in modo che in futuro si possa dire che siamo un intero territorio sostenibile. Oltre al bilancio economico ovvero la capacità di generare reddito e lavoro, si considera essenziale il bilancio ambientale (capacita di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali) e appunto il bilancio sociale: la capacità di garantire condizioni di benessere umano”.

“Non si tratta di una norma fra le tante, ma di una pratica che vuole concretamente rappresentare la sostenibilità del vino, da applicare in Italia ma soprattutto da far riconoscere all’estero. Dopo l’imprimatur del Ministro Martina a Vinitaly, si sta ora lavorando al riconoscimento istituzionale dello standard e al suo accreditamento presso la GDO, Grande Distribuzione Organizzata internazionale. Come Consorzio siamo disponibili a valutare anche l’ipotesi di erogare incentivi a favore di coloro che aderiranno a tale sistema di certificazione”.

Presidente del Consorzio di Tutela del Prosecco DOC
Stefano Zanette

The Sustainability Consortium

The Sustainability Consortium (TSC) agrees that Equalitas’ sustainable wine standard meet TSC and retailers’ expectations in order to adopt an official sustainability code for their winegrowers”.

The Sustainability Consortium – Marzo 2017